Storico Presentazioni

San Grato (Vendrogno) 16.08.2022

Un pomeriggio speciale a San Grato, nostro luogo del cuore a 1000 m di quota, per una presentazione organizzata da Livia Minutti per la Biblioteca Anna Marcati di Vendrogno.

Fano 21.06.2022

Una bella presentazione sotto le stelle quella di Fano, presso il Chiostro delle Benedettine, all’interno del Festival Passaggi, insieme a Massimiliano Trevisan.

Torino 05.06.2022

Grazie a Fabio Nalin che ha reso possibile questa presentazione e a Chen Ming che ci ha ospitato presso l’Angi di Torino.

Verona 21.05.202

Verona ci ha accolto per il convegno internazionale dedicato alle LETTERATURE DELLA MIGRAZIONE, ospitati da Daniele Beltrame dell’Università Ca’Foscari di Venezia. Una bellissima occasione per parlare di tutti e 3 i nostri libri e di ricollocare la vicenda dei cinesi di Italia dentro la cornice letteraria.

Venezia 14.05.2022

Una bellissima presentazione quella presso il negozio Olivetti del Fai in Piazza San Marco a Venezia, accompagnati dal prof. Cavalieri, docente di Diritto dell’Asia Orientale in Ca’ Foscari.

Bergamo 13.05.2022

Grazie infinite alle professoresse Martina Caschera (a cui ci lega ormai amicizia di lunga data) e Maria Gottardo (conosciuta oggi, ma con cui la sintonia è stata immediata) per averci invitato presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell’università di Bergamo (alta 🙂

Padova 11.05.2022

Un ringraziamento al prof. Zanin che ci ha invitato a raccontare “La Macchina Zero” ai suoi studenti di Sociologia dell’Educazione e dell’Organizzazione.

Siena 06.05.2022

Grazie ad Andrea Scibetta e Anna di Toro che ci hanno invitati all’università per stranieri di Siena per un incontro sulla letteratura sino-italiana e una panoramica sulla nostra produzione a fumetti.

Prato 05.05.2022

Un ringraziamento a Roberto Pecorale che ci ha invitati al Convitto Cicognini per una presentazione ai suoi studenti.

Firenze 04.05.2022

Firenze è una città a cui siamo particolarmente legati. Alla Libreria Brac ci sentiamo a casa 🙂

Roma 13.04.2022
Finalmente una presentazione a Roma 🙂

Ringraziamo la Libreria Tomo che ci ha ospitati, Rodolfo Negri e Roberto Natalini che ci hanno accompagnato nel racconto. Potete rivedere l’incontro qui:

Qui invece trovate qualche immagine:

11.04.2022

Un ringraziamento particolare alle professoresse Maria Luisa Paternicò e Paola Paderni che ci hanno inviatato per questa presentazione presso il Confucio dell’Orientale di Napoli.

Varese 09.04.2022
Grazie a Fabrizio Mirabelli che su suggerimento di Maddalena Vettoretti ha organizzato questa presentazione molto partecipata.

07.04.2022 – Olivetti Readings: Anna Viotto intervista Ciaj Rocchi e Matteo Demonte a proposito de LA MACCHINA ZERO.

Milano 29.03.2022

Grazie alla Professoressa Gloria Cella che ci ha invitati presso il corso di Istituzioni di Cultura Cinese in Bicocca per presentare La Macchina Zero.

Bergamo 05.03.2022
Grazie a Monica Morzenti che ci ha invitati presso la sua bellissima libreria per approfondire la vicenda di Mario Tchou e della macchina che, insieme ad un team straordinario, realizzò per la Divisione Elettronica Olivetti.

14.02.2022

Milano 15.12.2021

Una bellissima presentazione presso lo Spazio Altavia insieme ad alcuni rappresentanti dello storico Laboratorio di Ricerche Elettroniche Olivetti, l’assessore alla Cultura del Comune di Milano, quello allo Sviluppo Economico e Politiche del Lavoro e insieme a Paolo Mamo – nipote di Mario Tchou – che ha promosso e inaugurato la mostra de LA MACCHINA ZERO.

All’interno del percorso espositivo, un’installazione che rappresenta l’altare degli antenati della famiglia Tchou/Wang. L’opera nasce da una collaborazione tra Ciaj Rocchi&Matteo Demonte e Giacomo Mamo, pronipote di Mario Tchou, e rappresenta le imprescindibili radici cinesi di Mario. La cornice è dedicata invece alla sua parte tecnologica e riproduce, sotto forma di greca decorativa, una banda perforata, ovvero lo strumento che permetteva di comunicare con la macchina e di impartirgli le istruzioni.

Milano 10.12.2021

Un ringraziamento all’Istituto Confucio che ci ha invitato a presentare “La macchina zero. Mario Tchou e il primo computer Olivetti” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Durante l’incontro, moderato dalla Prof.ssa Elisa Giunipero (Direttrice dell’Istituto Confucio) sono intervenuti il Preside della Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature straniere, Giovanni Gobber, gli autori Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, il Prof. Daniele Brigadoi Cologna (Università degli Studi dell’Insubria) e la Prof. Lala Hu (Università Cattolica).

Milano 19.11.2021
A sessant’anni esatti dalla scomparsa, Ciaj Rocchi e Matteo Demonte ripercorrono la vicenda biografica e professionale del giovane Tchou e raccontano come, sotto la sua guida, un piccolo gruppo di tecnici e scienziati sia riuscito a competere a livello internazionale dando vita a una storia dell’informatica tutta italiana. Dialogo tra gli autori della graphic novel e Bruno Arpaia, autore de “Il fantasma dei fatti”, sul senso del futuro e sulle occasioni perdute dell’industria italiana negli anni Sessanta.
Pisa 13.11.2021
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è lmz_pisa_invito2.jpg

Un convegno a Pisa ha celebrato il sessantesimo anniversario della CEP, il primo computer scientifico italiano, e la figura di Mario Tchou, uno dei suoi creatori.

Una giornata di studi dedicata a Mario Tchou (ingegnere dell’Olivetti e uno dei creatori della CEP) con l’intervento di Walter Veltroni, la presentazione della graphic novel “La macchina zero” di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, e l’anteprima del progetto crossmediale “Pionieri dell’informatica – Uomini e donne all’alba della rivoluzione digitale” promosso dal Museo degli Strumenti per il Calcolo e realizzato a cura di Nanof e Acquario della Memoria. 

Il nostro intervento lo trovate qui sotto, inizia a 01:08 e finisce a 01:32:

E qui alcune foto:

Milano 09.11.2021

… “La scelta di questo giorno quindi per questa nostra presentazione non è casuale, e ci ritroviamo qui con tutti voi, con parte della famiglia, con alcuni dei colleghi di allora… per rendere omaggio al miglior modello di integrazione che il nostro Paese abbia mai avuto, e abbiamo voluto queste stampe a grandezza naturale per condividere con voi tutti la sensazione di presenza che ci ha accompagnato negli ultimi due anni.” …

SONO INTERVENUTI:

Ciaj Rocchi & Matteo Demonte (autori), Giovanna Canton (Solferino), Elisabetta Mori (storica dell’informatica), Anna Verrini (informatica e storica del mondo Olivetti), Daniele Brigadoi Cologna (Professore Lingua e cultura cinese presso Uninsubria), Francesco Wu (Presidente onorario e socio fondatore di Uniic), Franco Filippazzi (testimone diretto e Stella al Merito del Lavoro della Repubblica Italiana), Fabio Capocaccia (testimone diretto e Presidente dell’Istituto Internazionale delle Comunicazioni), Renato Betti (testimone diretto e Docente di Geometria presso il Politecnico di Milano), Domenico Maletti (Presidente Ass. Pozzo di Miele).